Italia terza in Europa per consumo di cannabis

L’Italia è terza in Europa per il consumo di cannabis (una posizione in meno rispetto all’anno scorso), e quarta per cocaina (più quattro posizioni). L’ultimo rapporto dell’Agenzia europea delle droghe – su dati del 2016 – segnala che hanno fatto uso di cannabis 24 milioni di adulti, e il 20,7 per cento di giovani (15-34 anni) in Italia, seconda solo alla Francia (21,5 per cento); se si considera il tasso di consumo nell’arco della vita, l’Italia è terza con il 33,1 per cento, dopo Francia (41,4 per cento) e Danimarca (38,4 per cento). In Italia l’1,9 per cento dei giovani ha fatto uso di cocaina, ma se si guarda all’arco della vita il tasso sale al 6,8 per cento, il quarto dato più elevato dopo Regno Unito (,9,7 per cento), Spagna (9,1 per cento) e Irlanda (7,1 per cento).

* * * 

Produzione e disponibilità di droghe in aumento in tutta Europa, ma a preoccupare è soprattutto la cocaina che nel 2016 fa segnare il picco di purezza della sostanza in strada dell’ultimo decennio, nonostante il prezzo sia rimasto stabile. A lanciare l’allarme è l’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (Emcdda) che ha presentato la Relazione 2018 a Bruxelles. “Oggi in Europa assistiamo a un aumento della produzione e della disponibilità di droghe - ha affermato Dimitris Avramopoulos, commissario europeo responsabile per le migrazioni, gli affari interni e la cittadinanza -. Inoltre, il mercato delle sostanze illecite è altamente dinamico e adattabile, caratteristiche che lo rendono ancora più pericoloso. Se vogliamo essere all’avanguardia, i nostri sforzi devono essere mirati allo sviluppo sia della resilienza che della reattività, non da ultimo a causa della crescente importanza del mercato online e dello sviluppo di nuovi tipi di droghe. Con l’entrata in vigore delle nuove norme sulle nuove sostanze psicoattive entro la fine dell’anno, l’Europa disporrà di strumenti supplementari e più forti per affrontare tali sfide in modo più efficace e proteggere meglio i cittadini europei contro la pericolosità delle droghe”

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Prossimi Eventi