Giornata mondiale contro la droga - Fict: legge superata, urge stare al passo coi tempi

Luciano Squilliaci, presidente della Fict intervenuto nella Sala stampa della Camera dei deputati per la XXXII giornata mondiale di lotta alla droga

Il 26 giugno abbiamo celebrato la XXXII Giornata Mondiale dedicata alla Lotta alla Droga, istituita dall’Assemblea delle Nazioni Unite con la Conferenza Stampa "Liberi di curarsi: emergenza droga, sistemi dei servizi, vuoto legislativo", svolta presso la Sala stampa della Camera dei deputati. Insieme all'On.le Maria Teresa Bellucci, che ha organizzato l'evento, e davanti ad un nutrito numero di parlamentari, il gruppo di Fratelli D'Italia e alcuni rappresentanti del Movimento 5 stelle, erano presenti le categorie più rappresentative del Servizio Pubblico e del privato sociale, tra le quali: La Federazione Italiana Comunità Terapeutiche (Fict, di cui fa parte anche l'associazione "La Ricerca"), Intercear, e FeDerSerD.

Luciano Squillaci, Presidente FICT: "Oggi certifichiamo il fallimento di un modello sulle dipendenze che per diversi anni è stato un modello esportato ovunque, legato all’"emergenza eroina", ma che risale a fine anni ‘70. Il nostro sistema è rimasto fermo a 30 anni fa, con una normativa che risale al 1990 per un fenomeno che si evolve quasi quotidianamente. Ogni anno censiamo 109 nuove sostanze psicotrope! Chiediamo con forza al Governo che abbia attenzione al problema dipendenze, tramite una delega politica ad hoc ed il rafforzamento del DPA che, oggi, senza riferimenti politici, è come “una macchina abbandonata senza motore””.
Biagio Sciortino, Presidente Intercear: "Abbiamo finalmente l’opportunità di parlare di droga, un tema che non fa più audience, e voglio ricordare alla politica di rimettere al centro delle sue azioni l’uomo con le sue fragilità. Viviamo in una società silente, altamente edonistica, basata sulla ricerca e soddisfazione dei propri piaceri e che progetta, crea prodotti, sostanze, stili di vita che alimentano il bisogno di perpetuare l’esperienza di acquisto e di consumo. Abbiamo bisogno di interventi educativi e preventivi, di recuperare la relazione emotiva tra adulti e giovani.” “Da troppo tempo non abbiamo più una cabina di regia. Alla politica chiedo, quindi, un’attenzione particolare, perché si attenzioni davvero al problema delle dipendenze”. 
Pietro Fausto D’Egidio, Presidente FeDerSerD, afferma: "Ringraziamo l'On.le Bellucci per la risoluzione sulle dipendenze presentata alla commissione affari sociali e per aver riportato l’attenzione sui temi del sociale, della prevenzione e della cura. La sanità ci pone di fronte a situazioni complesse, sanitarie e sociali, per le quali servono risposte altrettanto complesse e interdisciplinari. E’ il tempo del “Noi” non più dell’”Io”. Oggi dobbiamo ringraziare i 7.200 operatori dei 580 Sert che operano in Italia e che hanno 30 anni di esperienza con un aggiornamento continuo, basato su evidenze scientifiche che sono cambiate molto da 30 anni a questa parte. Abbiamo in cura 300 mila pazienti di cui: 110mila eroinomani, 70 mila alcolisti, 40 mila cocainomani, poi i giocatori d’azzardo...” “Il fenomeno dell’abuso deve essere governato dalla politica. Noi adulti dobbiamo combattere tutto quello che da un punto di vista culturale promuove l’abuso di farmaci”. Conclude “l’anno passato ci sono stati 80 mila persone morte a causa del tabacco e 30 mila a causa dell’alcol. E' ora di dare un segnale importante e intraprendere percorsi preventivi strutturati."

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Prossimi Eventi

24 Lug 2018;
Martedì Luglio 24
Anziani al museo di storia naturale
03 Ago 2018;
Venerdì Agosto 3
Telescopio su Giove, Saturno e Marte
10 Ago 2018;
Venerdì Agosto 10
Insieme per vedere le stelle cadenti