DIOGENE ZERO e DIOGENE UNO, PERCORSI PSICOEDUCATIVI E ANIMATIVI

DiogeneIl PERCORSO DIOGENE è un programma psico-educativo e animativo progettato, organizzato e strutturato in base alle nuove evidenze provenienti dal territorio e dalle esigenze di un sempre maggior numero di assuntori di sostanze stupefacenti e alcool.

L’evoluzione dell’uso di sostanze e della modalità di assunzione, contemporanea allo sdoganamento e alla normalizzazione del consumo di sostanze stupefacenti, con la conseguente illusione del controllo e della gestione della dipendenza, ha portato all’emersione di un’ampia fascia di adolescenti con problematiche legate all’abuso di stupefacenti; questi stessi spesso non entrano in contatto con agenzie di sostegno e supporto della loro condizione di “consumatori”, con il pericoloso procrastinarsi del primo ingaggio e intervento terapeutico.

Nella convinzione che in questa fase della vita, così importante per la costruzione della personalità e delle modalità relazionali adulte, sia fondamentale un supporto psico-educativo e una rete di sostegno socio-relazionale, si è così ideato un nuovo percorso che possa essere un’utile risposta alle richieste implicite del contesto attuale.

Allo stesso tempo, è emerso un aumento del bisogno di accoglienza e ascolto negli adulti consumatori in particolare di alcool e cocaina; per questo si sono strutturati tre interventi divisi per fascia di età e sostanza prevalente.

Il progetto viene così a strutturarsi non solo come un valido supporto ad un’evoluzione positiva nella costruzione del Sé, ma anche come possibile spazio di ascolto e accompagnamento costante.

Rispetto agli interventi strutturati sul territorio, il percorso Diogene si prefigge l’obiettivo di creare una continuità nel supporto personale e familiare che andranno al di là di un singolo intervento terapeutico. Le persone verranno incontrate più volte durante la settimana, con supporti di tipo clinico, educativo, e animativo.

A CHI SI RIVOLGE il DIOGENE ZERO giovane età (14-18 anni)/consumo di alcool / cannabis

A CHI SI RIVOLGE IL DIOGENE UNO giovane età (18-30 anni)/consumo di sostanze stupefacentiA CHI SI RIVOLGE IL DIOGENE DUEà età più avanzata (over 30 anni)/Consumo di alcool-cocaina

L’ORGANIZZAZIONE DEL PERCORSO DIOGENE

L’équipe di lavoro è composta da:

  • Responsabile che svolge i colloqui di accettazione e gestisce l’équipe
  • Psicoterapeuta Familiare che organizza e gestisce il supporto familiare e gli incontri con i ragazzi; mantiene le comunicazioni e le relazioni con l’AMA (Auto-Mutuo-Aiuto)
  • Due educatori che conducono i gruppi educativi e mantengono contatti con il resto dell’equipe
  • Tre psicologi che svolgono i colloqui individuali
  • Animatrice che si occupa di organizzare le attività ricreative e animative
  • Consulente psichiatra contattabile al bisogno

LA FASE DI ACCETTAZIONE

Per accedere al percorso, infatti, è necessario effettuare almeno un colloquio di accettazione (MASSIMO DI 3 COLLOQUI GRATUITI)

Il caso viene condiviso nell’équipe con definizione del percorso. Una volta definito il caso in équipe si definiscono gli obiettivi di lavoro e i tempi che dovranno essere stabiliti all’interno di un contratto da condividere con il ragazzo e la sua famiglia.

Di base si struttureranno cicli di 3 mesi ripetibili. Le aree di intervento potranno essere 5:

RelazioniFamiliari, Relazioni affettive, Prevenzione della ricaduta, Socializzazione,Progetti formativo/professionale

LA FASE TERAPEUTICA

I gruppi saranno della durata di 2 ore, dalle 19 alle 21, e strutturati in 2 parti:

  1. Qui e ora, monitoraggio della condizione attuale
  2. Attività settimanale tematica

Il DIOGENE ZERO si struttura solo a colloqui individuali (oltre l’attività animativa)

Le attività animative verranno organizzate attività settimanali (il venerdì pomeriggio) e periodiche (mensili) gestite dall’animatrice dell’equipe

Per le famiglie è previsto un incontro di conoscenza con la terapeuta familiare nei quali si definiscono le risorse e le aree critiche, oltre gli obiettivi di lavoro.Le famiglie verranno incontrate una volta al mese. Ad ogni passaggio significativo del percorso del ragazzo, verrà svolto un incontro famigliare per condividere i risultati raggiunti e gli obiettivi futuri, oltre che eventuali criticità.

Gruppi di auto-mutuo-aiuto settimanali.

Costanti comunicazioni con i responsabili dei gruppi di auto aiuto con la psicoterapeuta; la maggior parte delle famiglie giunge infatti dopo i primi contatti con Anna Papagni, responsabile auto-aiuto e prosegue in parallelo il percorso nei gruppi AMA.

Lo psicologo incontrerà le persone per colloqui individuali a cadenza settimanale

L’équipe può definire l’invio ad una consulenza psichiatrica per particolari situazioni segnalate dagli operatori

Fondamentale il supporto dei volontari (senior e junior) nel supporto alle attività animative (di appoggio alle uscite e nell’organizzazione di attività ad hoc), e a quelle terapeutiche (già attiva la presenza ai gruppi di ex utenti graduati), senza contare la costante attività dei gruppi di auto-mutuo-aiuto e delle iniziative correlate

 

RIVOLGITI A: Associazione La Ricerca – Punto di ascolto Stradone Farnese, 96 (PC) Telefono: 0523.338710

Comunità La Vela loc.Justiano di Vigolzone Telefono 0523/875211

Responsabile Mauro Madama

E.mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Prossimi Eventi

Informazioni

Diogene 

 

TIPOLOGIA
Servizio rivolto a giovani ed adolescenti il cui disagio è evidenziato da comportamenti a rischio nell’assunzione di sostanze stupefacenti, legali ed illegali.

 
RESPONSABILE, COORDINATORE  TERAPEUTICO
Dott. Mauro Madama
 
INDIRIZZO
Stradone Farnese, 96 – Piacenza 
 
TEL. 0523.875211 o 0523.338710 
chiedere del Responsabile 
Roberta Lala
 
MAIL: ct_lavela@laricerca.net